Usiamo i cookie per far funzionare al meglio il sito, rispettiamo la privacy e le leggi. Accettali se vuoi proseguire.

  • Biblioteca  » Consulta il catalogo online

    Biblioteca » Consulta il catalogo online

    Il catalogo dell'Agorateca è online. Cerca e prenota il tuo libro
  • Tesseramento 2022

    Tesseramento 2022

  • Break the Lock II  » selezioni aperte

    Break the Lock II » selezioni aperte

    Riparte il contest musicale in Agorateca. Inviaci i tuoi brani entro il 30 aprile
  • Agor@dio  » La radio di comunità

    Agor@dio » La radio di comunità

    Ascolta i podcast realizzati dalla redazione
  • COMETA  » Verso la comunità educante

    COMETA » Verso la comunità educante

    Appunti, riflessioni e idee per costruire una comunità educante del territorio altamurano

impadronirsiFinalmente prende il via il nostro nuovo progetto "Chi semina raccoglie", finanziato dalla Fondazione punto.sud nell'ambito del bando No Planet B. Vi aspettiamo domenica 9 febbraio per una festa di comunità per dare inizio al progetto.

Il progetto "Chi semina raccoglie" prevede il recupero dello spazio esterno dell'Agorateca e prevede laboratori, eventi, workshop di auto-costruzione e un percorso di progettazione partecipata che darà nuova vita allo spazio esterno per trasformarlo in uno spazio pubblico a disposizione dei cittadini del quartiere. Il progetto è realizzato in collaborazione con Gang, mobili da sogno, il percorso avviato in Agorateca con le volontarie francesi Caroline e Louise, in servizio presso l'associazione Link nell'ambito del Corpo Europeo di Solidarietà.

Domenica 9 febbraio, vi aspettiamo a partire dalle ore 16,00 per visite e percorsi aperti a gruppi di cittadini, associazioni di volontariato, scolaresche e chiunque voglia dare il suo contributo al progetto partecipato di recupero del giardino dell'Agorateca.

Il pomeriggio prevede percorsi guidati, attività di piantumazione nell'orto, etichettatura, raccolta di idee e tanto altro, per concludere con un buffet di comunità (siete invitati a portare qualcosa da condividere). Simbolicamente, a voler evidenziare l'assetto futuro dello spazio, l'ingresso sarà dal cancello in Via Alfonso Stigliano (parallela di Viale Traiano).

mappa